Documenti MariaLa provincia di Pesaro e Urbino è una provincia di 363.529 abitanti situata nelle Marche.
Guardando a est sul mare Adriatico, confina a nord con l’Emilia-Romagna (provincia di Rimini) e la Repubblica di San Marino, a  sud est con Ancona, a sud-ovest con il mare e le città vicine come l’ Umbria. Cinque comuni limitrofi sono, da nord a sud: Gabicce Mare, Pesaro, Fano, San Costanzo e Mondolfo.

 
Pesaro è famosa, tra le altre cose, per lo storico Conservatorio Teatro e l’Opera, e per essere la città natale di Gioacchino Rossini, Renata Tebaldi che hanno formato una serie di altri autori di musica di alto livello e Opera (Mario Monaco, ecc ..) un’altra fonte di riferimento simbolico è la sfera della moderna scultura di Arnaldo Pomodoro (scultore di fama mondiale), che è il prototipo della sfera che rappresenta il mondo.

 

La zona di Urbino è la città natale di Raffaello Sanzio, Bramante, e così via. Il Ducato di Urbino, di Federico da Montefeltro, leader distinto, ha preceduto il Rinascimento che iniziò a Firenze.  La città è “ancora sede di un’antica università, che richiama ormai migliaia di studenti provenienti da Italia e del mondo. Simbolo di Urbino è un’opera di architettura è unica, il Palazzo Ducale.
Centro storico di Urbino è considerato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, importante monumento nazionale italiano  è senza dubbio una destinazione eccellente.
 
La chiesa di San Gervasio, a Mondolfo, la casa natale di Gioacchino Rossini di Pesaro e il Palazzo Ducale di Urbino, tutti sono considerati monumenti nazionali.

 
La costa è visitata da molti turisti, in particolare le spiagge di Gabicce Mare, Pesaro, Fano e Marotta, insieme a Rimini, che offre gli stessi servizi e, talvolta, la bellezza, naturale, storico e culturale superiori.
Per coloro che non cercano il mare, le rocche di Gradara, Mondavio, Sassocorvaro, musei, chiese e  la zona archeologica di  Fano, oltre  Pesaro e Urbino, offrono bellezze naturali ed architettoniche e  del buon divertimento.
I tre parchi nazionali del Monte San Bartolo di Sasso Simone e Simoncelli e Furlo, presenti in provincia,  attirano scientifici, naturalisti, geologici e amanti della natura.