MANDURIA: CITTA’ DEI MESSAPI (TERRA TRA DUE MARI) E DEL PRIMITIVO (VINO ROSSO ITALIANO MOLTO DIFFUSO NELLA TERRA DI BARI, L’origine del nome è probabilmente legata al ciclo biologico (fioritura, maturazione, …) precoce.

Il Salento, ubicato nella parte sudorientale della Puglia, a forma di penisola (costituisce in sostanza il “tacco” della penisola italiana), inizia dalla cosiddetta “soglia messapica”, una depressione che separa il Salento dalle Murge, e si protende per circa 140 km, con una larghezza media di 40 km, sino a Capo Santa Maria di Leuca, tra il canale d’Otranto (mare Adriatico), a nord, e il golfo di Taranto (mar Ionio), a sud. Il tessuto territoriale nel Salento è rimasto sempre abbastanza omogeneo, caratterizzato dalla regolare distribuzione degli abitanti. Le cittadine e i paesi popolosi, posti al centro di campagne con diverse masserie sparse, spiccano nel territorio con le loro case bianche. In Terra di Messapia ricordiamo, per la loro valenza economica e cvulturale, la cittadina di Manduria, importante centro vinicolo e archeologico nelle Murge Tarantine, Lecce e il suo barocco, il centro portuale e peschereccio di Gallipoli, Taranto e le attività economiche del suo golfo, Otranto, sul canale omonimo, conosciuta per il suo porto peschereccio e per le sue stazioni balneari. Il settore agricolo rappresenta la risorsa primaria di questa terra, produttrice di frumento, di uva (che consente alla regione il primato per quantità di vino prodotto), di olive e di olio. Il settore turistico, in particolare quello riconducibile al notevole patrimonio artistico di cui la Puglia è assai ricca (soprattutto per l’architettura romanica e barocca), ma anche il turismo realtivo ai segmenti naturalistico, balneare ed eno-gastronomico indicano la Puglia (in particolare il territorio salentino) come una delle perle del Mediterraneo, recentemente riscoperta e rivalutata dai grandi flussi turistici nazionali e internazionali. Certamente, ad alimentare questo amore per la Puglia, in special modo per il Salento, contribuiscono non poco il paesaggio di varia umanità che il turista è solito incontrare in queste contrade. Il calore della gente, la peculiarità di riti religiosi e pagani che ancora si perpetuano nelle feste di paese, conservandone intatte la genuinità e la semplicità di origini contadine, attraggono e coinvolgono l’attenzione del distratto turista metropolitano, che in queste terre può ritrovare, nella tradizione conservata, la schiettezza dell’antica società rurale.

 In questo contesto troviamo un itinerario enogastronomico ricco ed interessante, che offre al turista un eccellente abbinamento tra cultura e il piacere di gustare i prodotti tipici della zona a base di ricette antiche autentiche che insieme al buon vino, fanno di questo itinerario, un  prodotto turistico di qualità che ci sentiamo  di suggerirvi :

 Attraverso l’itinerario enoturistico, seguiamo le strade che uniscono alcuni paesi, rientranti nelle zone di produzione del Primitivo di Manduria D.O.C., le cui contrade sono invase dal caldo sole del Mezzogiorno mediterraneo. Affascinante, suggestivo e di stimolante interesse, questo percorso ci conduce dai campi in cui è coltivata la vite sino alle cantine, dove si può assistere al processo di vinificazione, che avviene attraverso le più moderne tecnologie, ma nel pieno rispetto della tradizione. Ormai rinomato in tutto il mondo, il rosso vino Primitivo di Manduria, prodotto principe di questa terra, si fa apprezzare per le sue peculiarità organolettiche, lasciando solo immaginare a chi lo gusta i luoghi che gli danno i nobili natali. Per questo, il turista, attraverso questo itinerario, ha la possibilità di scoprire personalmente la suggestione romantica di una città (Manduria) piena di storia e di un territorio ricco di bellezze paesaggistiche, che nell’amorevole coltivazione della vite lasciano trasudare gran parte del proprio essere. Il percorso segue strade caratteristiche, spesso fuori delle grandi vie di comunicazione, fra una natura di inimitabile bellezza e tra singolari testimonianze artistiche e archeologiche. La vite, in queste zone, compare spesso accanto all’ulivo e con esso disegna infinite vie di fecondità nella natura materna di queste terre.

 LA TUA VACANZA IN PUGLIA

WWW.SALENTOWINETRAVEL .COM

SALENTO WINE TRAVEL COLLAGE

SALENTO WINE TRAVEL COLLAGE