Il bello e il buono, a Parma, si vivono insieme. Gli straordinari sapori dei prodotti d’eccellenza della gastronomia parmense si sposano ad un territorio ricco di storia, arte e tradizioni. Qui ogni visita può davvero trasformarsi in un’esperienza unica.

 Parma, capoluogo conta 170.000 abitanti. E’ in Emilia Romagna, a metà strada fra Milano e Bologna. Facilmente raggiungibile per autostrada, ferrovia o aeroporto. Vanta un centro storico con monumenti di particolare rilievo, dal romanico al liberty. In particolare è stata segnata dal governo illuminato di Maria Luigia , moglie di Napoleone, quando era capitale del Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla

Parma è una città piena di grazia, dove si respira un’atmosfera raffinata, da piccola capitale. Il suo centro, ricco di capolavori artistici, grandi aree verdi, piccoli e grandi tesori di epoche diverse, accoglie turisti e cittadini e li trattiene con garbo

 Città di aristocratiche tradizioni culturali, ricca di monumenti insigni, di preziose opere d’arte e delle memorie del suo passato di capitale, famosa nel nome dei suoi figli più illustri o degli artisti che qui lasciarono importanti lavori – basti ricordare Benedetto Antelami o Correggio, , Verdi e Toscanini – Testimonianze fra le massime di ogni grande periodo artistico e istituzioni di civiltà per cui la resero illustre in Europa le dinastie dei Farnese e dei Borbone così che nel XVIII secolo poteva essere definita “l’Atene d’Italia

  Nelle province di Parma, e delle confinanti Reggio Emilia e Modena si concentrano oggi le maggiori produzioni di salumi tipici, formaggio Parmigiano–Reggiano, pasta e conserve vegetali del Paese. Ma è Parma, per antica tradizione, ad esserne il centro e la “capitale” indiscussa, con la presenza di eccellenze gastronomiche di livello mondiale.
Fin dall’epoca romana i prosciutti stagionati nel Parmense erano ricercati e apprezzati nella capitale dell’impero; in epoca alto-medievale i monaci Benedettini avevano messo a punto il processo di produzione del formaggio Parmigiano-Reggiano, ancor oggi in uso.

 In un territorio in cui la gastronomia è rinomata in tutto il mondo e dove, grazie a questa storica tradizione, viene ospitata l’Autorità Alimentare Europea per la Sicurezza Alimentare, i prodotti migliori sono fatti ancora oggi secondo i metodi tradizionali, controllati nella qualità e nel rispetto dei tempi di stagionatura, secondo i ritmi lenti della natura.
La vocazione gastronomica ed alimentare del Parmense può dunque vantare tradizioni secolari, ma vi ha affiancato tecnologia ed innovazione con grande equilibrio, così da rendere Parma la Food Valley italiana.