E’ davvero una struttura magica e surreale che vale la pena di visitare, una città teatro dove sacro e profano sono sempre presenti.

E’ una parte dell’Umbria che non ti aspetti, era anticamente un convento dove pare ci abbia dimorato S. Francesco, acquistata in un secondo tempo dal architetto milanese Tommaso Buzzi nel 1957, che ne costruì una città ideale, una vera città teatro, un vero regno incantato per i visitatori.

La visita inizia dal suo giardino rinascimentale, arrivati davanti alla fonte di S. Francesco si aprono tre porte: la porta dedicata alla vita di Dio, quella dedicata alla vita dell’amore, e poi a quella della vita godereccia. Essendo una vera e propria città profana è carica di simbolismi e attrazioni indecifrabili i cui fabbricati sembrano modellati dalla sabbia, come quello a forma d’occhio, uno dei punti d’attenzione per i visitanti.

Altre rappresentazioni sono templi di culti pagani come la Torre di Cristallo che pare il pinnacolo di una torre gotica. Chi pensa di venire in Umbria, un visita qui è consigliabile. Dovete arrivare a Montegiove, Montegabbione  provincia di Terni. Per ulteriori informazioni e prenotazioni di gruppi potete telefonare allo 0763 837463

Advertisements