Archive for maggio, 2014


Capo Palinuro è una bellissima locazione turistica nel Sud Italia nel Parco Nazionale del Cilento al sud di Napoli e Salerno – offrendo delle spiagge più lunghe dell’Europa con acqua limpida come il cristallo, migliore cucina Italiana, Cilentana ed internazionale di pesce fresco, verdure locali, olio di oliva extravergine, fichi secchi, olive sotto sale, acciughe marinate, e salame fatto in casa.

Si dice che debba il suo nome allImmagineImmagineo sfortunato timoniere di Enea, come racconta Virgilio nell’Eneide , proprio qui cadde in mare perdendo la vita. Molto apprezzata dai vacanzieri per il suo mare limpidissimo, la sua scogliera meravigliosa è fatta di grotte naturali e baie stupende. Il segreto di Palinuro sono le grotte marine, tutte  da scoprire , tra cui la più importante la grotta azzurra caratterizzata da un colore azzurro brillante, ma le altre non perdono il proprio fascino. Tutte sono raggiungibili solo via mare.

Molto frequentato, questo centro balneare, offre notevoli attrezzature ricettive e sportive, campeggi e villaggi vacanze .

Cilento: Terra del Mito.

 Il parco Nazionale del Cilento è uno dei pochi luoghi in Italia dove il turista può trovare ancora paesaggi incontaminati e poco sfruttati dal turismo di massa. E’ un territorio vasto 215.000 ettari una vera oasi naturalistica e protetta. Nel 1991 fu riconosciuta Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal Unesco.

 

La sua costa  e fra le più belle d’Italia, con un centinaio di chilometri di spiaggi alcune dichiarate Bandiera Blu nel 2013, questo è il luogo ideale per una vacanza de relax e per chi cerca spiagge grandi e sicure con un mare limpidissimo e anche per chi ama un turismo balneare e più sportivo, fatto di esplorazioni in cale, grotte e d’immersioni in fondali incontaminati. Nel Cilento il paesaggio della storia ha lasciato traccie indelebili, universalmente conosciuta, “Terra del Mito” ha lasciato in epoca remota insediamenti greci, lucani, romani. Inoltre tutto il Cilento è famoso per la sua cucina tradizionale basata su una varietà di piatti tipici. Scopriremo ancora di più di questa terra… sarà un piacere invitarvi ogni volta a visitarci, sperando di accogliervi personalmente e aiutarvi a trascorrere un viaggio indimenticabile…Programma per visitare il cilento

rsz_1rsz_1cilento Tour nel Cilento:

 

https://www.rebelmouse.com/Maria_Ottati/tour-nel-cilento-539980243.html?xrs=RebelMouse_fb&1399477541

http://www.cilentonotizie.it/dettaglio/?ID=15632  bandiera blu 2103

punta-licosaSnorkeling 01Castellabate già rinominato per essere lo back stage del film “benvenuti al sud,ospita la frazione di LICOSA. Vero e proprio paradiso per i bagnanti alla ricerca di tranquillità e natura rigogliosa, Punta Licosa offre una vasta area forestale su cui prospera la macchia mediterranea al cui interno è situato un minuscolo borgo alle pendici del Monte Licosa (326 mslm). e un’antica rocca. Una volta superata la pineta si ha l’accesso a tante piccole spiagge rocciose il cui mare antistante fa parte della riserva marina di Castellabate. La gita in barca all’isolotto di Licosa rappresenta il giusto coronamento di una giornata passata in uno dei posti più incantevoli del Cilento. Gli abitanti del posto raccontano dell’esistenza di una leggenda nella quale Sirena Leucosia si innamorò dell’eroe omerico che però non la degnò d’attenzione. Fù così che la Sirena, per la disperazione, si gettò in mare dalla rupe ed il suo corpo prese le forme immortali di uno scoglio, che oggi è ‘isola di Licosa.  Alla mitica sirena che da il nome alla località sono dedicati due concerti sull’acqua tenuti su imbarcazioni poste nel tratto di mare che separa la spiaggia della Punta Licosa dall’isolotto di Licosa..

L’accesso a Punta Licosa avviene attraverso due strade a traffico limitato situate nelle frazioni di Ogliastro Marina e San Marco di Castellabate.

 Paestum, uno dei più preziosi gioielli archeologici d’Italia e celebre in tutto il mondo, anticamente chiamata Poseidonia ma in seguito diventata colonia romana acquisto il nome di Paestum.

Porta d’ingresso nel Cilento con e 12 km di spiagge sabbiose, mantiene ancora il suo charme a dispetto del tempo. La grande meraviglia del Parco Archeologico sono i tre templi dorici del v secolo a.c ispirati alla architettura greca. Il tempio Cerere, sorge sulla parte più alta della città dedicato alla dea della saggezza e delle arti Atena. Tempio di Hera, più noto come basilica, dedicato a Hera sposa di Zeus, principale divinità di Poseidonia. Tempo Nettuno, uno dei migliori templi dorici del mondo in assoluto. Una volta si pensava che fosse dedicato a Nettuno, ma da recenti studi si è scoperto che fosse dedicato ad Apollo nel suo ruolo di medico. Oltre al parco archeologico è possibile visitare l’annesso museo archeologico che ricostruisce la storia della scoperta del sito. Poi per finire una bella ed interessante giornata è bene visitare una delle tante aziende dove è possibile vedere l’elaborazione della mozzarella di bufala prodotto tipico e molto diffuso nella zona.downloadImmagine