Category: Veneto


Arte millenaria del artigianato Veneziano, fatta da veri maestri vetrai con uso di tecniche e design di originalità e raffinatezza.

Murano è un’isola della Laguna Veneta, conosciuta in tutto il mondo per il suo plurisecolare artigianato della lavorazione del vetri, diventando addirittura la capitale della produzione vetraria mondiale, rappresenta la attività principale e quasi esclusiva per i muranesi.

E’ conosciuta la maestria del maestro vetrario, il quale sa di trattare una materia particolare, che ha voluto sempre rispettare per la sua peculiarità, l’oggetto di vetro una volta finito, deve lasciare intuire con la sottigliezza e la delicatezza delle decorazioni, le complesse manipolazioni strettamente “vetrarie” alle quali è stato sottoposto. La vera ricchezza di Murano sono stati i suoi uomini, maestri vetrai ed esperti tecnici compositori, che hanno perfezionato la qualità del vetro di murano ed hanno inventato sempre nuovi raffinati colori,   sviluppando un’abilità eccezionale nella modellazione del vetro incandescente.

La Regione del Veneto tutela e promuove la denominazione d’origine dei manufatti artistici in vetro realizzati nell’isola di Murano, in quanto patrimonio della storia e della cultura secolare di Venezia, sotto la denominazione Marchio Vetro artistico di Murano

Scendendo ad una qualsiasi delle sette fermate dei vaporetti che da Venezia portano a Murano, vale a dire Colonna, Faro, Navagero, Museo, Da Mula, Venier, Serenella, si trovano innumerevoli negozi che offrono ai passanti i migliori oggetti che oggi si possono produrre nell’isola. Bicchieri, vasi, coppe, lampade e lampadari ed oggetti di qualsiasi tipo tutti eseguiti con maestria secolare dai maestri vetrai muranesi.

Murano si raggiunge facilmente da Venezia con il vaporetto della linea 41 da Piazzale Roma, lina 42 dal Lido, linea 5 da Piazza San Marco dell’ACTV,  oppure dall’Aereoporto Marco Polo con la linea diretta di Alilaguna.

 

Annunci

Le favolose Gondole di Venezia

Città dell’amore e del mistero, dove le emozioni prevalgono sulla razionalità, dove la magia incanta anche le coppie più distratte, città unica appoggiata su cento isole, una immensa quinta teatrale che il mondo ci invidia, si rimane senza fiato, in una romantica estasi, ma perché stupirsi è: Venezia

.

Fantastica Venezia

Il mio magnifico e interessante percorso da prima sul mare adriatico, comincia da qui…..Venezia, vi stupirà se arrivate dal suo Aeroporto di Marco Polo, la eccezionale veduta dal alto, di questa fantastica città.  In aeroporto trovo l’ufficio d’informazione i cui addetti in diverse lingue ti daranno informazioni e dove posso acquistare il biglietto del bus, fuori sulla corsia 3, prendo il bus No. 5 che mi porterà in pochi minuti al Piazzale Roma, centro strategico, da dove si muove tutto, lì trovi i mezzi per girare per la città, bus, vaporetto,il People Mover (il tronchetto), linea moderna di treni di recente inaugurazione, e che la collega tutta, in poco tempo.

 Se si sceglie di prendere il vaporetto puoi percorrere  Il Canal Grande (per i veneziani anche Canalazzo) è il principale canale di Venezia, lungo circa 3800 metri (larghezza dai 30 ai 70 m, profondità media 5 m), divide in due parti il centro storico tracciando una “S” rovesciata che va dall’innesto del Ponte della Libertà al Bacino di San Marco. Ho preferito percorrere un tratto a piede per osservare i suoi angoli, mi trovo nel quartiere Cannaregio infatti, occupa quasi per intero tutta la parte della città a nord del Canal Grande, percorrendolo, noto delle vie con denominazione spagnola CALLES, chiamate cosi per che sono vicoletti più stretti, lungo le sue strade troverò negozi, pittoreschi mercati della frutta e negozi artigianali dove trovo le famose maschere e oggetti in murano, tradizionalmente fatti qui.

 Continuando la mia passeggiata troverò le gondole, che con 0,50 cent. posso attraversare il canale sull’altra sponda per continuare, e trovare, Il ponte di Rialto simbolo universale della città è uno dei quattro ponti oltre al Ponte degli Scalzi e al Ponte della Costituzione, che attraversano il Canal Grande, nella città di Venezia. Dei quattro, il ponte di Rialto è il più antico e sicuramente il più famoso. Un luogo magico e affascinante che malgrado il grande afflusso di turisti preserva l’animo della Venezia più vera, tra un classico cicchetto (stuzzichino), che può sostituire il pasto, e si consuma in compagnia sul banco o in un tavolo di legno circondati da accogliente atmosfera insieme allo spritz (aperitivo in voga, a base di aperol, vino bianco e selz).  Il Cuore di Venezia è Piazza San Marco, simbolo dello Stato Veneziano. La piazza San Marco – l’unica a Venezia che porta il nome di piazza, tutte le altre chiamandosi “campi” è per il suo eccezionale decoro definita la più bella piazza del mondo.

 Il campanile di San Marco è uno dei simboli della città di Venezia, i veneziani lo chiamano affettuosamente El paròn de casa (Il padrone di casa) alto 98,6 metri è uno dei campanili più alti d’Italia. Si erge, isolato, in un angolo di piazza San Marco di fronte alla basilica. Di forma semplice, si compone di una canna di mattoni, scanalata, avente un lato di 12 metri e alta circa 50 metri, sopra la quale si trova la cella campanaria, ad archi. Il Palazzo Ducale, uno dei simboli della città di Venezia e capolavoro del gotico veneziano, sorge nell’area monumentale di piazza San Marco, tra la Piazzetta e il Molo. Antica sede del Doge e delle magistrature veneziane. Possiamo fare altre cose a Venezia  ad esempio rilassarvi con un giro del Canal Grande sulla barca più romantica del mondo: la Gondola, una esperienza che non dimenticherete mai. Non perdete! Gli splendidi itinerari della laguna e le isole di Murano, Burano e Torcello, le passeggiate sulla Riva delle Zattere, la pace dell’isola della Giudecca e del sestiere di Castello. Vi suggerisco di guardare il documentario in 4 parti sul mio blog , a presto…  Vi aspetto al secondo porto del Adriatico, prossima tappa del mio viaggio…..